Cibo

Il piano per il bio

Il ministero annuncia l’avvio del Piano Strategico Nazionale per lo sviluppo del biologico.

Il piano per il bio

Il biologico è fondamentale per lo sviluppo dell’agroalimentare italiano. In occasione degli incontri organizzati a Roma, dedicati alla ricerca proprio in agricoltura biologica, è stato ufficializzato un cambio di passo, come ha spiegato l’uomo per il biologico nel ministero, il viceministro Andrea Olivero. "Con la definizione del piano strategico nazionale per lo sviluppo del sistema biologico - ha spiegato il viceministro - che ha visto un’ampia partecipazione e un partenariato attivo, viene delineata una strategia attenta per lo sviluppo del sistema biologico nel nostro Paese nell’ottica di rafforzare la convenienza di impresa, la redditività aziendale e l’occupazione in zone marginali, generando, al contempo, effetti esterni positivi non solo ambientali ma anche in relazione alla salvaguardia della salute degli agricoltori e dei consumatori".

La ricerca al primo posto, per questo il progetto del governo italiano prevede la costituzione di un comitato permanente di coordinamento per la ricerca in agricoltura biologica e biodinamica, con il coinvolgimento degli enti vigilati dal Mipaaf, come il Crea. Il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria è infatti coinvolto con 14 progetti di ricerca illustrati, alcuni appena conclusi e altri ancora in corso su cambiamento climatico, tutela del suolo, zootecnia, alternative all’uso del rame, ortofrutticoltura in campo e in serra, la presenza di composti salutistici nei prodotti, agricoltura di precisione. 

"In questo ambito, ricerca e innovazione sono le armi vincenti” ha sottolineato Olivero. "Il nostro impegno -ha aggiunto- è far sì che la ricerca sia ancorata al meglio ai fabbisogni e nel contempo sfrutti tutte le potenzialità di trasferimento e adozione da parte delle imprese, senza dimenticare che al centro dell’interesse comune vi è il diritto ad un cibo che sia sufficiente, sicuro, sano e nutriente".

21/01/2016

Cerca

invio

Seguici su