Cibo italiano vero, impariamo dal Giappone

27 giugno 2018
|
MERCATO

Una certificazione per i veri ristoranti e punti vendita all’estero.

Il ministero dell’Agricoltura, pesca e foreste giapponese ha sviluppato linee guida e uno schema di certificazione dedicato, per i veri negozi e ristoranti di cucina tradizionali del Sol Levante. Il marchio, una sorta di “riconoscimento” che i locali potranno esibire,  garantirà l’autenticità degli ingredienti e delle tecniche con il riconoscimento diretto da parte dello stato Giapponese.

I requisiti dei locali certificati come Japanese Food Supporter Store (‘punto vendita che promuove cibo giapponese’) si riassumono in una consistente presenza di ingredienti e bevande alcoliche prodotte in Giappone e nella loro promozione.

Nulla di complicato o così burocratico. Solo semplicità e chiarezza, ma siamo in Giappone. Una strada pragmatica che anche l’Italia potrebbe approfondire, visto gli allarmanti numeri delle contraffazioni alimentari e l’appeal per la tradizione del nostro cibo. Ma siamo in Italia.

 

Tags: ,

img advertisement
Credits: Agostini Lab Srl